[TFF35] "Spell Reel" di Filipa César: emancipazione per immagini.

 

Quali sono i modi per la costruzione di un processo storico? Quali gesti, quali voci, quali immagini riportare all’interno della narrazione? Quali sono i processi che portano alla rimozione della tragicità? E come combatterli? Spell Reel prova a dare una risposta a tutto questo.

Seguendo il percorso tracciato nei suoi precedenti lavori, incentrati sul processo di decolonizzazione della Guinea Bissau ad opera del movimento politico PAIGC e del suo leader e teorico Amilcar Cabral, Filipa César, artista e videomaker portoghese, continua la sua lotta contro lo sfruttamento capitalistico del tempo e della storia collettiva in questo suo nuovo documentario, in concorso all'ultimo Torino Film Festival.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

[TFF35] Braguino - Clément Cogitore

 

Uno dei capolavori della cinematografia francese, Sans Soleil di Chris Marker, iniziava con: “La prima immagine di cui mi parlò era di tre bambine su una strada in Islanda nel 1965. Disse che per lui quella era l’immagine della felicità”. Per chi ha visto il film di Marker è inevitabile associare le bambine islandesi con quelle di Braguino. Biondissime e immerse nella natura.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

[TFF35] "Tesnota (Closeness)" di Kantemir Balagov.

Il ventiseienne allievo di Sokurov, Kantemir Balagov, approda al Torino Film Festival con la sua opera prima “Tesnota/Closeness” dopo aver stupito, in maggio, gli avventori del Festival di Cannes.La scelta stilistica di questo giovane talento della settima arte si manifesta già a partire dall’utilizzo di un aspect ratio 1.33, che ingabbia i personaggi all’interno di un ambiente ristretto rispetto agli standard panoramici del cinema contemporaneo.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

[TFF35] Pop Aye di Kirsten Tan: il pachidermico viaggio oltre la nebbia della disillusione.

Thana è un architetto e lavora per un importante studio di Bangkok. Una sua vecchia opera, un progetto a cui teneva tanto, sarà demolita. A lavoro la sua posizione viene sempre più estromessa, o almeno così appare, dalle giovani leve dello studio. I problemi coniugali si palesano sempre più quando, cercando un vecchio taccuino, Thana trova un dildo e, tentando un approccio con la moglie, si manifesta il punto di rottura tra i due.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

[TFF35] The Lodgers - Brian O’Malley: horror gotico di brughiera.

L’Irlanda è una terra affascinante e misteriosa; le verdi brughiere, la fitta foschia che in serata le avvolge, quando la pioggia non ne bagna i ciuffi rigogliosi, sono immagini familiari nell’immaginario fantastico e tenebroso di ognuno di noi. L’esotico si unisce, in questa terra battezzata da San Patrizio, al cuore barbaro, inviolato e cupo dell’Europa, quasi che gli uomini dell’Occidente non l’abbiano conquistata del tutto, recludendole così il cuore selvaggio e stantìo.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern