Slider

Ciò che rende riconscibili le pennellate di Van Gogh o i profili umani delle sculture di Modigliani può essere rintracciato anche nei piani sequenza di Bela Tarr, nei campi medi di Ozu o nelle rotture di tono in Cassavetes. Questa rubrica indaga in pillole i caratteri che rendono distinguibile la mano e l'occhio di ogni regista.

Tarkovskij e l'intimità del piano-sequenza.

Ciò che rende riconscibili le pennellate di Van Gogh o i profili umani delle sculture di Modigliani può essere rintracciato anche nei piani sequenza di Bela Tarr, nei campi medi di Ozu o nelle rotture di tono in Cassavetes. Questa rubrica indaga in pillole i caratteri che rendono distinguibile la mano e l'occhio di ogni regista.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

Lanthimos e il surrealismo distopico.

Ciò che rende riconscibili le pennellate di Van Gogh o i profili umani delle sculture di Modigliani può essere rintracciato anche nei piani sequenza di Bela Tarr, nei campi medi di Ozu o nelle rotture di tono in Cassavetes. Questa rubrica indaga in pillole i caratteri che rendono distinguibile la mano e l'occhio di ogni regista.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern

Gomes e il "Cavallo di Troia" narrativo.

 

Ciò che rende riconscibili le pennellate di Van Gogh o i profili umani delle sculture di Modigliani può essere rintracciato anche nei piani sequenza di Bela Tarr, nei campi medi di Ozu o nelle rotture di tono in Cassavetes. Questa rubrica indaga in pillole i caratteri che rendono distinguibile la mano e l'occhio di ogni regista.

Leggi tutto...

0
0
0
s2smodern